X

Binge Watching: un’abbuffata di storie!

Lo leggi in 5 minuti


Piace anche a te perderti in storie appassionanti?


Nel mondo dello streaming sembra che possiamo placare la nostra “fame di storie” senza alcun limite. Prima dovevamo aspettare una settimana per vedere un nuovo episodio della nostra serie preferita, o addirittura un anno se la stagione finiva, magari con un bel colpo di scena che ci lasciava appesi a miriadi di possibilità (in inglese lo chiamano cliffhanger).

Oggi, a meno che non si tratti di serie in contemporanea all’uscita in TV, possiamo buttarci sul divano e spararci ore e ore di puntate, divorarci a grandi bocconi stagioni intere fino a stordirci e perdere il sonno. In due parole: Binge Watching!

Affamati di storie

Nelle nostre vite abbastanza monotone non vediamo l’ora di imbatterci in qualcosa di nuovo e coinvolgente: amori sofferti e appassionanti, imprese estreme ed eroiche, trovate geniali e sviluppi mozzafiato. Le serie TV sembrano poter dare pane ai nostri denti, schiodarci dalla routine e trasportarci in mondi e situazioni che riescono a placare questa fame grazie a personaggi memorabili, trame ben congegnate e situazioni coinvolgenti. Ci commuovono, ci esaltano, ci fanno arrabbiare … condividiamo sui social le loro frasi, scene, foto, perché quelle storie ci appartengono, ce ne siamo nutriti e ormai fanno parte di noi.

Intossicanti e indigesti

Ma fino a che punto può arrivare la nostra fame di storie? Ci piacciono talmente tanto da non poterne più fare a meno, anche se sappiamo che fanno male? Oppure ne mangiamo talmente tante che “scoppiamo”? Come con il cibo i rischi sono due: intossicazione alimentare e indigestione.
Possiamo rimanere intossicati per il tipo di ingredienti di cui sono composte sempre di più queste storie: violenza, sesso, doppi sensi, ambiguità morale, crudeltà e volgarità sono alimenti sicuramente poco sani per la nostra mente e avranno effetti poco piacevoli. La Bibbia stessa ci avverte che ci è permesso tutto, ma non tutto è utile o ci fa bene (1 Corinzi 10:23) e consiglia quali siano gli alimenti sani per la nostra mente (Filippesi 4:8).
Ma anche la quantità di storie che divoriamo è un rischio: mangiamo storie in quantità, sacrificando studio, lavoro, relazioni personali. Nel nostro binge watching il tempo scorre, bruciamo mattine, pomeriggi, rimaniamo svegli la notte. Per poi rimanere storditi, nauseati e insoddisfatti. Eccoci servita la nostra bella indigestione.

La vera storia di cui dobbiamo nutrirci

Gesù disse loro: “Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà più fame”
Giovanni 6:35.

C’è una storia (vera) che da millenni appassiona il mondo, tradotta in centinaia di lingue, seguita e vissuta da milioni e milioni di persone. Una storia con un “cast” eccezionale, centinaia e centinaia di episodi memorabili, frasi indelebili, colpi di scena inaspettati. Dalla fondazione del mondo al giudizio finale, passando per eroi improbabili, divinità pagane, valorosi condottieri, dinastie reali, profeti, imperatori, gente comune … Senza risparmiare episodi apparentemente crudi, tristi e violenti, tradimenti e peccati. Ma qual è la differenza con un Game of Thrones qualsiasi? Che anche l’atto più efferato si confronta con la santità e la giustizia di Dio, fino all’entrata in scena del più grande protagonista di sempre: Gesù. La Sua è una storia di vita, morte e resurrezione, di tradimento e redenzione, di salvezza e speranza: alla luce di questa storia leggiamo tutte le altre storie.

La Sua è la Storia. L’unica in grado di riempire il vuoto della nostra vita monotona, di nutrire la nostra mente con la verità e soddisfare la nostra insoddisfazione. Questa storia non ti deluderà mai, potrà segnare la tua vita in modo indelebile, trasportare il tuo sguardo verso l’eternità e trasformare radicalmente il tuo modo di pensare e di essere. La Sua è l’unica storia che puoi vivere anche tu in prima persona: non ti farà rimanere stravaccato comodo sul divano, ma potrai sperimentarne i miracoli, realizzarne le verità, seguendo le orme del Protagonista insieme a milioni di persone nel mondo che rischiano anche la vita per questo. No, non entrerai a far parte di un fandom, ma di una storia che non ha età, di un regno senza confini, di una vita che non avrà mai fine.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Categorie: CambiareCapire
Tags: gestione del temposerie tvtv
Redazione Svolta :