X

La dottrina pentecostale del battesimo nello Spirito Santo

Lo leggi in 3 minuti

Cos’è il battesimo nello Spirito Santo?

Cos’è il battesimo nello Spirito Santo?

Ma riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all’estremità della terra.

Atti 1:8

Il battesimo nello Spirito Santo è un’esperienza specifica, distinta e susseguente a quella della Nuova Nascita (cfr. Giovanni 20:22 e Luca 24:49).

Un nuovo punto di partenza, per un alto scopo: essere veri testimoni, portatori di Cristo nel mondo in cui viviamo, con l’entusiasmo generato da un incontro trasformatore con il Suo Spirito.

Tutti furono riempiti di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, come lo Spirito dava loro di esprimersi.

Atti 2:4

Una nuova consapevolezza, di carattere oggettivo: il parlare in lingue, seppur misterioso, suona fluente, genuino ed è percepibile anche dall’esterno (Atti 2:5-13; 8:18; 10:44-46; Atti 19:1-6).

Una vita spirituale contraddistinta dalla pienezza e dalla potenza dello Spirito Santo inizia secondo la Bibbia con un segno ben preciso e inequivocabile, che ha carattere di soprannaturalità: parlare in altre lingue, differenti dal proprio linguaggio naturale.

La promessa dello Spirito è per chiunque sia disposto ad aspettare, a credere, a ricercarla (Atti 2:39). Fede e desiderio fanno pregustare la gioia dell’esaudimento da parte di Dio. (Luca 24:49-52; Proverbi 10:28).

E nel momento in cui lo Spirito Santo ci investe e ci riveste, il privilegio di essere canali di Dio è condizionato solo dalla nostra consacrazione e dalla nostra disponibilità ad essere usati da Lui. Diventeremo preziosi strumenti della Terza Persona della Trinità: lo Spirito Santo, Dio in terra.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Categorie: CapirePrimo Piano
Tags: dottrinaSpirito Santo
Redazione Svolta:

Questo sito web utilizza i cookie