X

La tomba è vuota!

Lo leggi in 4 minuti


Perché la risurrezione di Gesù è vera e perché è importante per tutti noi


Se oggi, come 2000 anni fa, avessimo l’opportunità di entrare nel sepolcro come Pietro e Giovanni, troveremmo esattamente quello che trovarono loro: nulla! (Se non fasce ripiegate, ma questa è un’altra storia).

Quel vuoto creato dall’assenza del Suo corpo spiazzerebbe chiunque, ma questa è la realtà: la tomba è vuota. Il corpo di Gesù non è nel sepolcro e questo dato di fatto infrange l’unica certezza che caratterizza la vita dell’uomo. Si usa dire: “Una cosa è certa nella vita: la morte. Marciremo tutti in una tomba”. Non fu esattamente così per Gesù! La Sua assenza dalla tomba è la prova che la morte può essere vinta, superata, sovrastata!
Questo è il fondamento della fede in Cristo!

La risurrezione di Gesù rappresenta la vittoria sulla morte in tutti i suoi aspetti. La morte genera dolore, sofferenza in chi la subisce e in quanti assistono inermi i propri cari andare via. Il distacco e la sensazione che tutto finisca con il trapasso, lasciano l’uomo senza speranza, ma la risurrezione di Cristo dona alla vita una nuova prospettiva eterna. Essa prova che tutto non finisce in una tomba, ma da lì inizia qualcosa di diverso e nuovo.
Questo è il fondamento della nostra speranza di vita eterna!

Molti fin dall'inizio hanno cercato di screditare l’accaduto, mettendo in giro dicerie e accusando i discepoli del furto dal cadavere del loro Maestro, ma sappiamo bene che non avvenne alcun furto. Piuttosto Gesù non scomparve senza lasciar traccia, ma apparve più volte ai Suoi discepoli e ad altri insieme a loro finché non ascese al Cielo sotto gli occhi di tutti (per un totale di qualche centinaio di persone, niente di che… cfr. 1 Corinzi 15:3-9).
Qualcuno vorrebbe anche screditare l’attendibilità dei Vangeli o del Nuovo Testamento in generale, ma osannano al contempo manoscritti filosofici dei quali abbiamo poca traccia (contro le centinaia di rotoli neo-testamentari risalenti ai primi secoli d.C., ma lasciamo perdere!).

La tomba vuota non è quindi un problema storico o di prove più o meno credibili, ma un problema per la coscienza!
Perché se la tomba è vuota, effettivamente, ora Gesù dov'è?

“… fissando lo sguardo su Gesù, colui che crea la fede e la rende perfetta. Per la gioia che gli era posta dinanzi egli sopportò la croce, disprezzando l'infamia, e si è seduto alla destra del trono di Dio”
Ebrei 12:2

Gesù è risorto! E vuole avere un rapporto personale con ognuno di noi! Questa è la gioia a cui guardava Gesù mentre sopportava la violenza ingiustamente inflittagli. Gesù sapeva che per quel sacrificio avrebbe portato pace tra Dio e l’uomo. Grazie a quel sacrificio avrebbe riconciliato l’uomo con Dio. Non c’è gioia più grande che vivere con Lui!

Gesù è vivo! E lo puoi trovare e conoscere come salvatore, amico, confidente e difensore.

Gesù è vivo! Gesù è risorto! La tomba è vuota, ma il tuo cuore può essere riempito dalla Sua gioia!

Aprirai il tuo cuore a Lui?

“Ecco, io sto alla porta e busso: se qualcuno ascolta la mia voce e apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me”
Apocalisse 3:20



Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Categorie: Credere
Tags: gesùpasquarisurrezione
Redazione Svolta :