fbpx
stress-svolta

Sotto Stress?

Brutta cosa lo stress, vero? Ma da cosa deriva, e soprattutto, come affrontarlo?

La parola stress, che in inglese significa sforzo, deriva dal latino strictus: stretto, chiuso, compresso. Eh sì … descrive bene quella sensazione di tensione che ci stringe e ci logora il cervello. Lo stress ci attacca a livello fisico (mal di testa, stomaco …), emozionale (nervoso, pianto, rabbia, ansia) e ci rende sempre più deconcentrati.

 

Ma perché ci stressiamo?

Il pastore di una chiesa ha effettuato un sondaggio sul gruppo Whatsapp dei giovani della propria comunità (in cui ci sono anche diversi genitori), chiedendo: “Cosa ti rende più stressato?”. Le risposte, raccolte in privato, sono state molto interessanti:

  • interrogazioni, esami universitari, preparazione della tesi universitaria;
  • burocrazia, adempimenti, pagamenti;
  • malessere di un figlio, suoi comportamenti che destano preoccupazioni;
  • insufficienti ore di sonno (a motivo di figli piccoli che si svegliano la notte);
  • difficoltà a conciliare impegni lavorativi, responsabilità familiari e doveri di natura spirituale;
  • prendere decisioni delicate perché estremamente determinanti per il proprio futuro;
  • problemi di natura economica, disoccupazione, precarietà lavorativa;
  • farsi carico delle aspettative altrui, al lavoro e non solo;

Ti ci ritrovi? Beh, credo proprio di sì … E forse tu potresti aggiungere qualcos’altro e fare una bella lista tutta tua. Che stress!

 

Come posso affrontare lo stress?

Un credente può evitare lo stress (o uscirne fuori) tenendo presenti quattro consigli basati sulla Bibbia.

1. Conta sull’aiuto di Dio!
Quando ti senti schiacciato, cogliere l’invito di Cristo è estremamente rassicurante:“Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo” (Matteo 11:28). Il verbo utilizzato da Gesù significa letteralmente “dare riposo togliendo il peso”. Il re Davide cantava: “Ecco, Dio è il mio aiuto; il Signore è colui che sostiene l’anima mia” (Salmo 54:4).

2. Vivi giorno per giorno!
Spesso lo stress ci assale quando la nostra mente è eccessivamente proiettata nel futuro nel pianificare i più svariati progetti (Matteo 6:31).
Gesù ha detto: “Non siate dunque in ansia per il domani, perché il domani si preoccuperà di se stesso. Basta a ciascun giorno il suo affanno” (v. 34). Nel Salmo 68 l’autore esclama: “Sia benedetto il Signore! Giorno per giorno porta per noi il nostro peso, il Dio della nostra salvezza” (v. 19).

3. Concediti un pausa quando serve!
I discepoli di Gesù erano stati così impegnati da non avere neanche il tempo per mangiare, per questo il Signore dice loro di riposarsi un po’, ritirandosi in un posto tranquillo (Marco 6:31). Per la cronaca: quel giorno, per gli impegni che si accumularono, i discepoli in effetti non riuscirono a rilassarsi (vv. 32, 34), ma resta intatto l’immenso valore delle parole di Cristo (“…riposatevi un poco”) e del suo esempio di quando dormì in barca riposandosi durante il viaggio (Matteo 8:23, 24).

4. Riconosci i tuoi limiti e fatti aiutare!
Mosè, uomo di Dio, era molto stressato per la mole di impegni e per il peso delle sue responsabilità. Con i ritmi che sosteneva non sarebbe durato a lungo. Ma l’illuminante consiglio di suo suocero Ietro spinse Mosè a formare un “team” di assistenti, riprogrammando la propria giornata e riorganizzando il proprio lavoro spirituale (Esodo 18:13-26).

 

Speriamo che questi consigli possano aiutarti nella tua battaglia contro lo stress, e ricordati che puoi lasciarci le tue opinioni e suggerirci nuovi argomenti.

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News

In evidenza

Ultime pubblicazioni