fbpx

Condividere la gioia nel matrimonio

 

Piagnucolare, lamentarsi ed esprimere in qualsiasi altro modo la vostra negatività sono tutte forme di mormorio, che è condannato nelle Scritture alla stregua di un peccato tutt’altro che trascurabile.

 

Senso dell’umorismo, sorrisi, calore e ottimismo sono aspetti importanti per incoraggiarsi l’uno l’altra come amici cui si è legati in modo profondo. Quindi sviluppate uno spirito gioioso. In Proverbi 17:22 è scritto: “Un cuore allegro è un buon rimedio, ma uno spirito abbattuto fiacca le ossa”. Ridere insieme è un modo dolce di rinfrescare gli spiriti e condurvi più vicini l’uno all’altra.

 

I vostri bambini e le vostre debolezze umane potrebbero fornire tutto il materiale necessario per alimentare il buonumore. Naturalmente, Dio, il peccato, il cielo, l’inferno non sono argomenti su cui scherzare; non dobbiamo mai affrontare queste verità divine con leggerezza. Ma ci sono molte cose nella vita che non dovremmo prendere troppo seriamente. Imparate a ridere delle situazioni che, tutto sommato, non hanno poi un così grande peso. È un modo come un altro per dire: “Il Signore è con noi nonostante tutto e malgrado i vari incidenti di percorso”. (Proverbi 15:15-17).

 

Se avete l’amore dell’altro e temete il Signore, potete festeggiare le vostre gioie e andare avanti anche se per cena non disponete che di pane e cipolle. Insegnate alla vostra famiglia la gratitudine per tutte le benedizioni di Dio, anche nei momenti più difficili.

 

Gratificarsi l’un l’altro

 

Imparate pure a gratificare il vostro coniuge. In I Corinzi 7:33, 34 leggiamo: “Ma colui che è sposato si dà pensiero delle cose del mondo, come potrebbe piacere alla moglie” e “La donna … sposata si dà pensiero delle cose del mondo, come potrebbe piacere al marito”. Piacere a qualcuno (senza compromettere la propria fede) è segno di amicizia.

 

Non siate così super-spirituali al punto da non dare importanza alle cose terrene. Wesley disse che la pulizia è un tutt’uno con l’obiettivo di vivere secondo Dio, e non è quindi lontana dal centro di questo traguardo. L’igiene personale rappresenta un preciso dovere quando due persone vivono in stretto contatto. Anche la cura del proprio aspetto e l’abbigliamento sono importanti. Cercate di capire cosa piace a vostro marito o a vostra moglie e agite di conseguenza.

 

Evitate, il più possibile, di fare cose che dispiacciono al vostro coniuge. Ricordo i primi tempi del nostro matrimonio: personalmente pensavo di essere un autista prudente, ma mia moglie la vedeva in modo completamente diverso. Quella che ritenevo un’adeguata distanza di sicurezza tra la mia auto e quella che mi precedeva, a lei sembrava una condotta di guida estremamente pericolosa. Ho dovuto sacrificare le mie idee sul modo di guidare per farla sentire più sicura al mio fianco.

 

In considerazione del fatto che la sua sensibilità su questo punto era più forte della mia, la cosa più ragionevole era che fossi io a cedere.

 

 

Ascoltare per conoscere

 

Per compiacere il vostro coniuge, dovete conoscerlo o conoscerla, e buona parte di questa attività consiste nel prestare ascolto con attenzione a ciò che gli piace e alle cose che non gradisce.

 

Una donna, all’inizio del suo matrimonio, chiese al marito se gli piaceva il piatto che aveva preparato. Lui non sopportava quella pietanza, ma aveva paura di offenderla, così le disse che era buono, e odiò quel piatto che gli era regolarmente propinato una volta la settimana per il resto della sua vita. Certi sotterfugi possono rappresentare una ricetta per l’amicizia nel matrimonio? Siate onesti l’uno con l’altra, esprimendo sinceramente ciò che vi piace e quello che non sopportate.

 

Questo aiuterà il vostro coniuge ad amarvi. Condividere le vostre gioie significa anche condividere attività che piacciono a entrambi.

 

Scoprite quali sono le aree di interesse che vi accomunano e investite in esse. Se il vostro coniuge ama qualcosa che non rientra tra le vostre attività preferite, imparate ad amarla.

 

Andate insieme a un evento, e anche se non riuscite ad apprezzarlo, godetevi la sua gioia. Più le vostre vite si intrecciano, più la vostra amicizia diventerà salda. Certo, tutte le cose devono essere subordinate alla volontà di Dio.

 

Non sto suggerendo che facciate delle attività di svago una sorta di idolo – per esempio mancare ai culti per andare a fare una piacevole escursione insieme. Ma, d’altro canto, se siete così occupati tra la chiesa e la scuola al punto che non avete mai il tempo di andare a fare un viaggio insieme o fare un picnic, state trascurando dei piaceri di cui Dio vuole che godiate con un’attitudine gioiosa e senso di gratitudine.

 

Questo post è tratto dal libro “Amici e Amanti”

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News

In evidenza

Potrebbe interessarti anche....