fbpx

Decidi di Pregare, Ovunque Tu Sia

La preghiera è il respiro dell’anima. Senza la preghiera, puoi sembrare vivo agli occhi degli altri e apparire un bravo cristiano, ma sei morto agli occhi di Dio.

Il bisogno di andare davanti a Dio per avere grazia e pace è uno dei segni della salvezza e l’abitudine di portare a Lui i bisogni della nostra anima è una prova che siamo i Suoi figli. La preghiera è il mezzo stabilito da Dio per ottenere il Suo aiuto, trovare i Suoi tesori e bere alla Sua fonte. Se non riceviamo, spesso è perché non chiediamo.

È proprio grazie alla preghiera che lo Spirito Santo è sparso nei nostri cuori. Gesù ci ha promesso il Consolatore, che è pronto a scendere su di noi con tutti i Suoi doni, rinnovandoci, santificandoci, purificandoci, rafforzandoci, sostenendoci, incoraggiandoci, illuminandoci, insegnandoci, controllandoci e guidandoci in tutta la verità. Ma dobbiamo chiedere.

Mi dispiace dirlo, davvero, ma è proprio qui che tanti falliscono. In giro si trovano poche persone che pregano veramente: forse vediamo tanti che si inginocchiano, che alzano le mani, che formulano una specie di preghiera, ma pochi hanno un cuore che grida a Dio profondamente, che Lo invoca, che Lo cerca incessantemente, che bussa alla Sua porta affamato e assetato, che combatte e si sforza ardentemente per trovare risposta, che non da tregua al Signore, che è costante e che prega senza stancarsi. Sì, sono in pochi che pregano così! La preghiera è una delle cose che si danno per scontate nella vita cristiana, ma che è realizzata molto raramente; una cosa di cui parlano tutti, ma che praticano in pochi.

Credimi, se la tua anima è stata salvata, devi pregare. Dio non ha figli dal cuore muto. Se vuoi resistere al mondo, alla tentazione e al nemico della tua anima, allora devi pregare!

È inutile cercare forza nel momento della prova, se non l’hai mai fatto prima. Puoi ritrovarti insieme a chi non ha mai pregato, dormire nella stessa stanza con qualcuno che non si interessa minimamente a Dio, ma ricorda sempre: devi pregare!

Immagino che possa essere difficile trovare occasioni per pregare, tempo per pregare, posti in cui pregare. Non ti darò delle fredde e rigide regole su queste cose. Lascia che il Signore ti guidi secondo le circostanze in cui ti trovi. Gesù pregò su un monte, Isacco nei campi, Ezechia voltò la propria faccia verso il muro mentre era a letto ammalato, Daniele pregò sulle rive di un fiume, Pietro sul tetto di una casa. Ho sentito di giovani che hanno pregato in stalle e fienili. Questo è il suggerimento di Gesù: “Quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, rivolgi la preghiera al Padre tuo che è nel segreto” (Matteo 6:6). Trova momenti precisi in cui parlare con Dio faccia a faccia, ogni giorno, in un posto in cui puoi rimanere tranquillo. Devi pregare!

Senza la preghiera, tutti i consigli che ti ho dato finora sono inutili. La preghiera è l’acqua che devi bere ogni giorno se vuoi viaggiare sicuro nel deserto di questa vita, ed è la forza che ti fa scalare le montagne e ti porta alla presenza di Dio. Ho sentito che le persone che lavorano il metallo portano, a volte, una mascherina magnetica che attira tutta la polvere e impedisce a essa di entrare nei polmoni, salvando la vita di chi la indossa. La preghiera è come questa mascherina, che devi indossare sempre, altrimenti respirerai l’aria inquinata dal peccato che ti circonda ogni giorno. Devi pregare!

Non c’è tempo migliore di quello trascorso in preghiera. Qualsiasi situazione tu stia attraversando, trova del tempo per pregare. Pensa a cosa disse Davide, il famoso re d’Israele: “La sera, la mattina e a mezzogiorno mi lamenterò e gemerò, ed egli udrà la mia voce” (Salmo 55:17). Pensa a Daniele, il coraggioso giovane, che a Babilonia decise, insieme ai suoi tre amici, di non conformarsi agli altri: aveva nelle sue mani la responsabilità di un regno, eppure pregava tre volte al giorno! Pensa a Salomone, il quale iniziò il suo regno con una preghiera di aiuto: chiedendo saggezza, ottenne grandiosi successi. Pensa a Neemia: riusciva a trovare il tempo di pregare Dio, nonostante fosse sempre alla corte del re di Persia, Artaserse. Pensa all’esempio di questi personaggi e prova a fare lo stesso.

La mia preghiera è che il Signore ti dia lo “spirito di grazia e supplicazione”! E tu possa dire a Dio, come il giovane profeta Geremia: “Padre mio, tu sei stato l’amico della mia giovinezza!” (Geremia 3:4). Sarei contento anche se tu scordassi tutto quello che ti ho scritto finora, ma avessi scolpita nel cuore l’importanza della preghiera.

Pensaci

– Leggi Luca 18:1-8, Filippesi 4:6 e Giacomo 1:5. Che cosa dicono questi versetti sull’importanza della preghiera?

– Pensi che la preghiera possa cambiare il modo in cui vivi?

– Hai mai sperimentato qualche risposta alle tue preghiere?· Sei abituato a pregare? Se non lo sei, di cosa hai bisogno per cominciare?

 

Tratto da “Anime Forti”

 

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
In evidenza

Ultime pubblicazioni