fbpx

La tua fede durante un colloquio di lavoro

La ricerca di un lavoro è un momento cruciale, non più localizzabile in un preciso periodo della propria vita. Il mondo del lavoro è cambiato, oggi i contratti sono più “fluidi” e questo ci porta spesso ad essere sempre più ansiosi circa il nostro futuro.

Solitamente la seconda domanda che ci viene posta dopo “come ti chiami?” è “cosa fai nella vita?”. Sembra ci sia una forte tendenza a identificare una persona con il lavoro che svolge. Dunque la ricerca del proprio posto di lavoro sembra diventare piuttosto una ricerca d’identità. E l’ansia sale…
Alcuni ci saranno passati per una volta, altri forse più volte, tutti noi abbiamo affrontato questo momento particolare della nostra vita, un momento spesso caratterizzato dall’ansia per il domani.

Per me, la ricerca di un lavoro durò ben sette anni! Provate solo ad immaginare quanto iniziò a crescere l’ansia dentro di me!
Lavoravo, in modo saltuario, con contratti brevi a tempo determinato e questa situazione mi privava di ogni speranza, prospettiva o voglia di costruire qualcosa di duraturo.
Poi capii e realizzai la profondità di una verità biblica: Dio Provvede!
Allora compresi quanto i giovani cristiani possiedono una risorsa in più! Hanno la fede che “ha vinto il mondo” e supera il normale modo di vedere la vita.
Gesù disse “Anche voi non state a cercare che cosa mangerete e che cosa berrete, e non state in ansia!” (Luca 12:29) Dovremmo sottolineare l’imperativo “NON STATE IN ANSIA!”

Con questa nuova consapevolezza, riuscii ad affrontare ogni nuovo colloquio di lavoro con la profonda certezza che Dio avrebbe guidato anche questo aspetto della mia vita, in quanto avevo lasciato a Lui il pieno controllo di ogni circostanza. Alcuni colloqui andarono male, ma l’ansia smise di crescere! Iniziai a ringraziare Dio anche per impieghi di breve termine. Nonostante continuassi spesso a ricevere notizie di contratti non rinnovati decisi di affidarmi a Dio con tutto il mio cuore, ed Egli mise pace e serenità nel mio cuore, non permettendo all’ansia di prendere il controllo della mia vita.
Dopo diverso tempo, quando mi ritrovai nuovamente a cercare tra gli annunci di lavoro, decisi prima di pregare e affidarmi completamente a Colui che Provvede!

Risposi ad un annuncio, poco dopo feci il colloquio con la serenità di chi ha Dio dalla Sua parte ed è consapevole che Lui non lo abbandonerà. Da lì a pochi giorni iniziai a lavorare nell’azienda in cui sono ancora oggi! Non so se durerà. Non so se mi troverò nuovamente nelle condizioni di cercare lavoro, ma ho capito che la mia identità non è definita da ciò che faccio, piuttosto da ciò che sono: un Figlio di Dio!

Non essere in ansia, Dio ci chiama ad esercitare la nostra fede anche in queste situazioni così pratiche, che appartengono alla nostra quotidianità.
La ricerca del lavoro è un momento importante che ognuno può affrontare con serenità e fiducia in Dio, libero da ogni ansietà!

“Affida al SIGNORE le tue opere, e i tuoi progetti avranno successo.” Proverbi 16:3

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News

In evidenza

Ultime pubblicazioni