fbpx

AIUTO! NON HO VOGLIA DI STUDIARE!

L’articolo di Svolta di oggi è uno scambio di e-mail avvenuto realmente a seguito di un seminario Svolta tenuto in un campeggio. Abbiamo pensato che i consigli dati a Lisa (il nome è di fantasia) possano essere utili anche per tanti altri giovani che ci leggono, soprattutto adolescenti.

Ciao Francesco, mi chiamo Lisa, vengo dalla chiesa di xyz e sono una ragazza che ha partecipato ad un tuo seminario al campeggio xyz al turno giovani di quest’anno. Ho 17 anni e frequento il quarto anno di Liceo Scientifico.
Forse ti farò una questione un po’ insolita, ma più che una domanda è un consiglio.
Dopo aver assistito al tuo seminario, mi hai trasmesso una voglia pazza di studiare e io sono sempre stata una ragazza studiosa, ma dall’anno scorso (terza liceo) ho riscontrato maggiori difficoltà nello studio, tuttavia me la sono cavata abbastanza bene. Quest’anno si sta ripresentando lo stesso problema e prego e piango ai piedi del Signore perché riscontro che mi manca proprio la voglia di studiare!
Può sembrare scontato, ma volevo chiederti cosa mi potrebbe motivare a studiare, perché io ne ho sempre meno voglia e ciò mi induce a studiare sempre all’ultimo e a non acquisire completamente tutte le informazioni. Ho reputato fossi la persona adatta per rispondere alla mia questione. Scusa del disturbo e Dio ti benedica!

__________________________

Pace Lisa,

È abbastanza normale perdere la voglia di studiare ad una certa età. Ho combattuto contro questo problema sia all’università sia prima al liceo classico.

Entrano in gioco vari fattori e sarebbe meglio forse parlarne di persona, ma provo ad anticiparti quel che mi viene in questo momento, chiedendo la guida del Signore:

1) Devi essere consapevole che lo studio SERVE. Questo articolo ti può aiutare a questo scopo: “Tutta l’esperienza e il Buon Senso di Fuori sono da Buttare Sempre?”

2) Devi essere consapevole che studiare fa parte della formazione del tuo carattere, che è voluta da Dio, per fare cose anche minime, che molti reputano noiose, ma che facendole ubbidisci alla volontà di Dio per la tua vita. Vale anche per il mondo del lavoro, di qualsiasi lavoro si tratti. A me fu molto utile l’esempio di Mosè che spese 40 anni come pastore di pecore… Un lavoro che per quanto mi riguarda reputo noiosissimo, ma era la volontà di Dio per lui, per formarlo.
Un altro passo biblico utile a questo proposito è quello che dice: “Chi è fedele nelle cose minime, è fedele anche nelle grandi” (Luca 16:10).

3) In realtà, è ancora più importante il problema della gestione del tempo: devi imparare a organizzare la tua giornata, a non essere distratta dalle notifiche di Whatsapp o Facebook; è una palestra per quello che verrà dopo nella tua vita! Impara a usare sistemi di notifiche tue, in cui un promemoria ti richiama a ciò che devi fare. Guarda spesso l’orologio durante la giornata, è un gesto rapido che ti richiama al tuo dovere. Impara a suddividere quel che devi studiare in piccole parti (es. dalle 3 alle 4 faccio matematica, dalle 4 alle 5 italiano e poi prego 10 minuti, 5 minuti leggo la Bibbia e poi torno a studiare fino alle 6 e poi esco e vado a prendermi un aperitivo!). Anche il riposo è importante, purché lo tieni sotto controllo… Ogni cosa mi è lecita, ma io non mi lascerò dominare da nulla (1 Corinzi 6:12).

Prenditi un giorno per riflettere e meditare su ciascuno di questi tre punti e poi un’intera settimana in più per fare delle prove di organizzazione ben fatte del tuo pomeriggio, a partire dal punto 3… E poi risentiamoci!

Un abbraccio,
Francesco

______________________

Pace Francesco!
Questa settimana è andata meglio.
Non è stata una di quelle settimane intense però quello che avevo, l’ho studiato bene e sono riuscita ad organizzarmi bene con tutto.
Da domani inizieranno verifiche e interrogazioni a non finire… Spero e prego che Dio mi possa aiutare. I tuoi consigli mi sono stati utilissimi!
Non sono ancora proprio organizzatissima ma sono sicura che con l’aiuto di Dio e grazie ai tuoi consigli (Dio si è usato grandemente di te per me!), di settimana in settimana andrà meglio. Prega per me e io pregherò per te. Grazie ancora. Dio ti benedica.

Lisa

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News

In evidenza

Ultime pubblicazioni