fbpx

Giovani per un tempo come questo

 

Servire Dio #adesso: la testimonianza di un turno di campeggio speciale

 

 

Questo è stato il tema del turno Giovani 2017 del campeggio Val d’Ulivi, a cui ho partecipato. Sono 11 anni di fila che frequento questo campeggio, 11 anni che Dio mi sorprende con nuovi insegnamenti e nuovi incoraggiamenti.

 

Ma quest’anno è stato diverso perché, oltre alle benedizioni, ci sono state le responsabilità che Dio, tramite i fratelli e le sorelle responsabili, ci ha fatto sentire.
Vanno di moda gli hashtag ultimamente e anche in campeggio siamo stati contagiati da questo modo di esprimere qualcosa di riassuntivo e conciso.
Il nostro hashtag è stato per dieci giorni sempre lo stesso: #ADESSO.

 

Sì, perché Dio ci ha chiamati, quest’anno più che mai, ad essere una luce e una testimonianza là dove ci ha messi. Ha chiamato ognuno di noi, in modi diversi, in circostanze diverse, senza guardare all’età, all’inadeguatezza, alle paure … ha chiamato tutti i Suoi giovani a servirlo in maniera speciale e precisa. E non lo ha fatto per un tempo da definire, non l’ha fatto per un giorno quando, forse, ci sentiremo pronti. L’ha fatto, per l’appunto, #adesso.

 

I pastori, i collaboratori e tutti coloro che hanno lavorato per la riuscita di questo campeggio, sono stati degli strumenti straordinari nelle mani di Dio, sono riusciti ad arrivare al cuore di ognuno di noi giovani che siamo stati supportati, capiti e incoraggiati a non arrenderci, ad afferrare tutto ciò che Dio aveva già preparato per noi.

 

Gli studi hanno trattato temi molto attuali, dall’aborto al secolarismo, temi che ci riguardano in modo particolare perché al giorno d’oggi il mondo ha sempre più bisogno di Dio e della Sua luce: siamo anche noi giovani a dover fare qualcosa. Per arrivare al cuore di questa società non possiamo partire impreparati e senza un preciso “piano d’attacco”. Dobbiamo conoscere la società in cui viviamo, capirla, capire i suoi bisogni e arrivare a quei bisogni con il messaggio dell’Evangelo.

 

Un messaggio, lo stesso da sempre, con diversi modi di proporlo.

 

Un po’ come quando ci si prepara alla battaglia: si studia il nemico, i punti deboli e dove può essere colpito facilmente. La guerra non cambia, ma le strategie e i piani d’azione vanno modellati sul nemico che si ha di fronte.

 

Alla fine, questa è la nostra battaglia, la nostra lotta per portare luce in un mondo di tenebre: dobbiamo e vogliamo essere pronti a combattere nel modo giusto per portare la vittoria.

 

Dio ci ha benedetti grandemente, ponendo nei nostri cuori tanti progetti, diversi tra loro ma accomunati dallo stesso desiderio: quello di servirlo al meglio, #adesso. Essere una luce nelle nostre famiglie #adesso. Essere una testimonianza nel nostro posto di lavoro #adesso.

 

Sono grata ad ognuno dei collaboratori e dei pastori del turno per tutto quello che hanno fatto, per aver reso questo turno speciale e unico, per averci accompagnato, passo dopo passo, nelle attività serie e in quelle più giocose, per averci dato fiducia immeritata e per averci dato amore, quell’amore che ci spinge a migliorare, a voler diventare un po’ come loro, a voler servire Dio con la stessa passione con cui lo hanno servito loro in quei dieci giorni.

 

Infine, ma non per importanza, desidero ringraziare Dio per essere stato ancora una volta sovrano e guida perfetta, andando al di là delle nostre aspettative e per averci dato più di quanto meritassimo o chiedessimo, per aver creato nuovi legami e, a volte, aver interrotto quelli che a noi sembravano buoni ma che non lo erano. Lo ringrazio per quello che ha fatto per noi e, ancora di più, per quello che Lui è stato e che continua ad essere.

 

Preghiamo che ogni giovane possa sentire in cuore la chiamata di Dio ad essere un guerriero, un combattente, un portatore di luce in un mondo che nasconde sempre di più l’immenso bisogno che ha di conoscere Dio.

 

«Chissà! Forse tu sei diventata regina proprio per un tempo come questo»
Ester 4:14

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News

In evidenza

Potrebbe interessarti anche....