fbpx

21 Luglio: Preghiamo per le Università della Nostra Nazione

In Italia vivono:
– 60.000 carcerati
– 80.000 sordi
– 125.000 prostitute
– 1.500.000 universitari

 

UN BISOGNO ENORME

Ringraziamo il Signore per come possiamo tutti contribuire a quelle opere evangelistiche che già esistono in Italia e che hanno a cuore specifiche categorie di italiani, come appunto i sordi, i carcerati e le prostitute.
Ma crediamo che sia necessaria anche una presa di coscienza spirituale sul bisogno di raggiungere in modo specifico anche i giovani universitari con il messaggio dell’Evangelo.

Questo mese di luglio non vogliamo riflettere sul “come” e fornire metodologie o approcci specifici: vogliamo soltanto chiedervi di unirvi a noi della Redazione di Svolta in preghiera per questo campo di missione.

Se agli studenti universitari aggiungiamo gli studenti delle scuole superiori, arriviamo a circa 4.000.000 di giovani, più di tutti gli abitanti dell’Albania.

Giovani che se accettano il messaggio dell’Evangelo in futuro potrebbero essere monitori, responsabili dei giovani e pastori delle nostre chiese, raggiungendo a catena ancora tanti altri italiani con la Buona Notizia della salvezza per sola grazia in Cristo Gesù.

 

IL 21 LUGLIO UNIAMOCI IN PREGHIERA!

Con questo post vi chiediamo soltanto di unirvi a noi in preghiera, in particolare nella giornata di sabato 21 luglio, nella modalità che preferirete: a casa o in chiesa, da soli o in gruppo.

Facciamo appello in particolare ai pastori e ai responsabili dei giovani perché promuovano questa iniziativa.

Preghiamo. Fossimo anche soltanto una ventina in tutta Italia a pregare intensamente per questa causa, ne saremo contenti e crediamo che Dio risponderà a queste preghiere. Perché la preghiera anche di un solo giusto “ha una grande efficacia” (Giac. 5:16).

Ma noi crediamo che saremo molti di più di una ventina (beh, già noi della Redazione di Svolta più tutti i collaboratori siamo molti di più! :D).

Noi crediamo che Dio muoverà i cuori per questa causa, perché la salvezza dei giovani italiani, a prescindere dal modo e dagli strumenti che Dio vorrà usare, è nella Sua volontà.

“Pregate dunque il Signore della mèsse che mandi degli operai nella sua mèsse” (Matt. 9:38)

“Ebbene, vi dico: alzate gli occhi e guardate le campagne come già biancheggiano per la mietitura.” (Giov. 4:35b)

“Vi è forse qualcosa che sia troppo difficile per il Signore?” (Gen. 18:14)

Soltanto, mentre preghiamo, prepariamoci ad essere disposti a rispondere anche personalmente davanti al Signore: «Eccomi, manda me!», se questa è la Sua volontà per noi individualmente (Isaia 6:8).

Sabato 21 luglio: segnatelo e partecipa insieme a noi!

Condividi questo articolo con i tuoi amici!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ricevi le nostre ultime notizie da Google News

In evidenza

Ultime pubblicazioni